A tu per tu con Valeria Zazzaretta. La giovane attrice si racconta.

Download PDF

Zazzaretta Valeria 2

(Foto di Aeterna  photography studio)

La sua interpretazione nel personaggio di Marisa, “la maestra combina guai” in Don Matteo 10, ha  registrato notevoli apprezzamenti da parte del pubblico della fiction, che racconta le vicende del prete-detective (interpretato da Terence Hill). Valeria Zazzaretta in questo periodo è impegnata nella realizzazione di nuovi interessanti progetti. Da sempre ama tutte le forme artistiche,  con entusiasmo e raffinatezza porta avanti i suoi lavori. Passa dal teatro, alla televisione, al canto con disinvoltura. Attraverso la sua straordinaria preparazione artistica conquista risultati eccellenti in ogni settore. Conosciamola meglio con questa intervista concessa al blog.

Dopo aver conquistato il cuore di milioni di telespettatori, nel ruolo della maestra Marisa in Don Matteo 10, da qualche settimana ha intrapreso un nuovo progetto, di cosa si tratta?

Si esatto. Questo progetto lo portiamo avanti in realtà da diverso tempo, in parallelo con il mio lavoro di attrice, che resta sempre la mia principale attività. Sai tutte le forme artistiche mi appassionano da sempre, così cerco sempre di ritagliarmi dello spazio per creare un qualcosa che possa essere apprezzato o amato da chi ne è lo spettatore. Allora è nata questa coverband “2 Of Us” composta da 2 voci e chitarra, che ha proprio l’intento di far rivivere i vecchi tempi e non solo, attraverso successi internazionali che penso ognuno di noi ha ascoltato almeno una decina di volte nella vita. Dal pop-rock degli anni 70 fino ad oggi. “2 Of Us” è proprio una canzone dei Beatles, uno dei gruppi appunto a cui facciamo riferimento che ha fatto appassionare milioni di generazioni.

Quali sono gli ingredienti che servono a creare un progetto avvincente?

Secondo me parlare e raccontare di ciò che è quotidiano, un qualcosa con cui ognuno di noi si possa rispecchiare. Però allo stesso tempo anche innovativo. Infatti il nostro progetto sta proprio nella semplicità, sia nella struttura, che nell’esecuzione. Abbiamo creato una semplice pagina Facebook e dal lato esecuzione ci serviamo esclusivamente delle nostre voci e di una chitarra, senza ricorrere a basi o effetti particolari. A proposito di progetti, per quanto riguarda la recitazione, ci sono delle belle novità. ( sorride) Proprio con un mio collega di Don Matteo 10, con il quale è nata anche una bellissima amicizia, Francesco Castiglione, stiamo sviluppando una serie ideata da noi e a novembre saremo in scena assieme con uno spettacolo.

Come si sente quando canta?

Libera completamente. Ho la fortuna di recitare e poter interpretare storie e vite di qualcun’altro usando sempre ciò che ho dentro. Invece quando si canta basta essere se stessi, e questo anche è divertente.

Come riesce a far convivere l’amore per la recitazione e quello per il canto?

Convivono perfettamente, a settembre inizierò un musical molto importante di cui ancora non posso dire niente. Ecco quella è una tra le più belle forme di convivenza tra canto e recitazione.

 Grazie  mille Valeria….alla prossima intervista.

Servizio di Omar Falvo

Leave a Reply