A tu per tu con “l’artigiano del gusto”. Tiziano Tucci si racconta.

Download PDF

Dieci anni di sfide e tante novità  per il futuro.

 

( Nella foto Tiziano Tucci)

Determinato, preparato e soprattutto dalla gentilezza disarmante, parliamo di  Tiziano Tucci:  un vero e proprio “artigiano del gusto” di Rogliano ( Cs).   Con i suoi prodotti di qualità sta ottenendo apprezzamenti in tutta la valle del Savuto e non solo.  Originario del comune di Marzi ( Cs), Tiziano da dieci anni, con passione  e tanti sacrifici,  plasma yogurt e gelati dai sapori autentici. I suoi prodotti   conquistano i palati più fini e sono un fiore all’occhiello per l’intero territorio. Piccoli scrigni che sprigionano sapori eccellenti e raffinati,  cofanetti di profumi  meravigliosi, sinonimi di tanta bontà. Una straordinaria arte, quella di Tiziano,  che regala splendide soddisfazioni. In questi giorni è impegnato nei festeggiamenti per i dieci anni di attività. Conosciamo meglio Tiziano Tucci, con questa piacevole chiacchierata.

 

Grazie Tiziano, come nasce la tua passione e l’idea per questa  straordinaria arte?

Guarda cosa posso dirti, questa passione,  oggi lavoro, nasce soprattutto per esigenza.  Prima di avviare questa mia attività facevo il corriere.  Dopo un incidente sul lavoro ho avuto la necessità, appena mi sono sposato, di cambiare mestiere, non avendo più la forza di fare quello precedente. La prima occasione è stata quella di vendere prodotti per gelaterie. Ho iniziato a frequentare dei “maestri gelatieri, che mi hanno letteralmente contagiato.

Da bambino  avresti mai pensato di fare questo lavoro?

No no, come ti dicevo è stata un’esigenza di ripiego, dopo aver lasciato un lavoro che amavo particolarmente: quello del corriere. Sai facevo  il corriere con tanta dedizione.

Una domanda da mille dollari, qual è il trucco per creare un gelato/ uno yogurt perfetto?

Ti lascio il conto corrente per i 1000 dollari? ( sorride ndr). Tanto studio e passione. Il miglior tirocinio è la gavetta. Sono del parere che bisogna fare tantissima gavetta. Pian piano arriva la forza per creare un gelato perfetto,  e si riesce a navigare da soli in questo mondo da “le mille e una notte”.

Il tempo necessario? E i prodotti che utilizzi?

Logicamente non posso svelare i trucchi del mio mestiere ( sorride ndr). Hai una domanda di riserva? ( sorride ndr). Sai il tempo varia in base ai prodotti che si utilizzano. Personalmente con le materie prime da assemblare  passo tante ore in laboratorio.  Sai poi lo yogurt è di mia produzione…artigianale. Faccio fermentare il latte e poi assemblo i prodotti base. Anche per il gelato cerco dei prodotti al top e di qualità. A  Rocca Imperiale prendo i limoni, prodotti biologici tra i migliori d’Italia che regalano un gusto sorprendente al gelato. Ho anche un prodotto al bergamotto,  la materia prima la prendo direttamente in un paese in provincia di Reggio Calabria. Aggiungo una cosa: per la mia politica aziendale non vendo alcolici nel locale.

 

Il tuo gusto preferito?

La nocciola ( riflette ndr).

Parlami dell’evento previsto per festeggiare i 10 anni. Cosa bolle in pentola?

Prima di tutto voglio ringraziare i miei clienti, voglio ringraziare tutti quelli che hanno creduto nei miei prodotti,  nel corso di questi dieci lunghi anni.  Ringrazio  anche tutti i collaboratori che si sono alternati. Per il futuro ci saranno tantissime novità. Per ora non posso svelare nullaSabato ci sarà una festa  per festeggiare questo mio traguardo importantissimo. Una serata ricca di sorprese,  approfitto anche per invitare tutti. Non mancate presso Yogo Cafè sabato 14. 

di Omar Falvo

 

foto concesse da Tiziano Tucci

Leave a Reply