Il profumo del “Far West” nella fiaba tutta calabrese/L'ultima transumanza

Un leggero venticello, un panorama mozzafiato, i colori della Sila, il profumo della storia, sono questi gli ingredienti, solo una piccola parte, della seguente storia, uno di quei racconti che non deve percorrere  il sentiero dell’oblio. La fiaba della transumanza inizia.

 C’era una volta e c’è ancora l’antico aneddoto della transumanza. L’imprenditore Antonio Paese accoglie la troupe di “ItaliaInformati" con la sua poliedrica voglia di raccontare a campo San Lorenzo, nei pressi di Camigliatello Silano.  Antonio è uno degli ultimi custodi, una sentinella attenta, di questa pratica antica, di questa leggenda che si mescola alla realtà. La location del lago Cecita rende il tutto fiabesco e autentico, plasmando una piccola cartolina dei giorni nostri.

Non ricordo di aver mai praticato la transumanza nel mese di gennaio, segno dei forti cambiamenti climatici”, con queste parole Antonio Paese comincia la piacevole chiacchierata ai nostri microfoni, svelando aneddoti suggestivi e da salvare.

Bovini, Cowboy e cavalli, una storia tutta calabrese a Camigliatello Silano 

Questo antico mestiere, che risale sin dalla notte dei tempi, è di estrema importanza per tutto il territorio. Come puoi osservare i terreni sono stati puliti dal bestiame in maniera naturale. Non possiamo assolutamente permetterci di perdere un tassello del nostro passato”, ha concluso lo stesso, prima di incamminarsi nei sentieri che conducono in pianura.

La Sila magicamente si trasforma nelle antiche praterie del West, dove i bovini, i Cowboy, i cavalli, plasmano una pellicola suggestiva, la pellicola del passato che rivive nel presente. Seguiamo la mandria per qualche chilometro per assaporare il profumo della storia e della nostra Calabria. Un viaggio di circa 60 km per i bovini, che passo dopo passo, salutano per qualche mese il fascino della montagna, per raggiungere luoghi più caldi e nuovi pascoli. Nei prossimi giorni sarà pubblicato un reportage completo a cura del giornalista Franco Laratta.  Il tuffo nella storia continua.

Omar Falvo

(Fonte articolo "ilReventino.it")